9 giugno 2016

Eccomi qui a riflettere sulla mia prima settimana di servizio civile… che dire, davvero dura!!!!! i bambini sono tanti, tutti vispi e ribelli!!! urlano in continuazione, si picchiano, rispondono male, non vogliono fare i compiti, ma neanche giocare!!! e allora che si fa?!?! Io li guardo, sorrido loro, faccio domande, ma non ricevo risposte!! Però non mi arrendo! Continuo ad osservarli, a mettermi nei loro panni, a capire le loro esigenze, ad entrare nel loro piccolo mondo, nei loro disagi, nei loro pensieri… ma non sempre ci riesco, anzi quasi mai!!!!! a volte erigono un muro invalicabile, non ti guardano, non ti parlano, e ancora peggio, non ti sorridono… ma la mia missione sarà questa, farli sorridere, fare in modo che si fidino di me, che mi     parlino di loro fino allo sfinimento… voglio essere luce per loro, come loro lo sono per me!!!

Non solo mi sono sentito accolto, ma ho trovato un ambiente fecondo in cui crescere professionalmente e spiritualmente. Il lavoro vero e proprio comincerà non appena sarà terminata la fase osservativa, gli stimoli non sono mancati, e mettermi in gioco con qualcosa di molto pratico; proprio quanto ricercavo.  a presto e grazie! L.